Imprenditoria e social: Lello Carlino, presidente di Carpisa: “Ormai sono uno strumento fondamentale”

Imprenditore vincente nel business e nello sport.

Raffaele Carlino, per tutti Lello, è il numero uno del brand Carpisa, prestigia azienda che nel 2022 celebrerà i suoi 20 anni di storia, nel cui gruppo fanno parte anche Yamamay e Miriade.

Napoletano, sportivo, amante della sua città, sempre dinamico: insomma, una fucina di idee.

Da manager qualificato riconosce appieno l’importanza che i social network ricoprono nella vita di un’azienda, e non solo: “Tutto può essere opinabile ma bisogna ammettere che oggi i social media sono uno strumento a cui non possiamo fare a meno per restare aggiornati ed informati, seguire moda e tendenze e restare al passo con tutto ciò che ci circonda. E’ chiaro – prosegue Carlino – che vi è chi fa un uso improprio di queste piattaforme ma in generale le ritengo importanti. Non condivido, però, l’esagerazione di chi, sui social, gioca a fare il politico o il giornalista, dispensando giudizi talvolta fuori luogo. Ecco, come in tutte le cose ci vuole equilibrio”.

In termini di Digital Marketing e di social media, quindi, come si struttura una realtà internazionale come Carpisa? “Lavoriamo sul digital sia internamente che esternamente con gruppi di professionisti qualificati che curano i nostri portali, i social e soprattutto la parte e-commerce. Ormai è tutto collegato. Poi c’è il fenomeno dell’influencer marketing che non è per nulla trascurabile…Avreste mai immaginato quindici anni fa che a dominare la comunicazione, oggi, potessero essere questi professionisti del web che vantano milioni di followers e seguaci in tutto il mondo?”.

Già. Basti pensare che tra i testimonial di Yamamay spicca il rapper e producer Fedez, ormai diventato, oltre ad essere già una superstar della musica, un vero e proprio influencer, sposato con la regina di Instagram Chiara Ferragni.

Ed anche nello sport i social hanno acquistato un ruolo importantissimo. Da massimo dirigente del Napoli Calcio Femminile, Carlino è orgoglioso di “essere la terza squadra femminile italiana più seguita in assoluto. Noi abbiamo un’idea che sport ed imprenditoria possano sostenersi a vicenda (non a caso i marchi Carpisa ed Yamamay hanno affiancato negli anni prestigiose realtà sportive nazionali): se esponessimo uno striscione con il marchio dello sponsor durante una partita di calcio sarebbe visto solo da chi è presente sulle tribune dello stadio; pubblicare una grafica o dare risalto ad un partner con una campagna pubblicitaria social, invece, ha tutt’altro valore e tutt’altra visibilità”.

Ma, in conclusione, qual è il rapporto personale tra Lello Carlino ed i social network? E qual è l’utilizzo che ne si fa? “Sono sincero: ci passo un paio d’ore al giorno. Attraverso i social mi informo e li ritengo essenziali per chi, come me, fa della moda la sua professione. Mi piace restare in contatto con gli amici e scambiare quattro chiacchiere, confrontandoci su diverse tematiche; ma più in generale amo condividere il mio quotidiano, viaggi, pensieri, momenti vissuti in famiglia. Ecco, secondo me, il vero spirito del social”.

 

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy